fbpx
22 Dicembre 2021

Corporate video o video scorporati dal brand?

Massimo Farina
Massimo Farina ACCOUNT MANAGER

ArticoliInterviste VideoVideo MakerVideo Making
1600x600
1080x1080

Perché un video?

 

Il video è il mezzo più adatto per comunicare in maniera diretta e veloce. La sua immediatezza è in grado di emozionare ed essere di grande impatto. In pochi secondi, un video professionale riesce a far percepire l’essenza della tua impresa o del tuo progetto.

Per questo, i video aziendali sono sempre più richiesti. Secondo i dati sul video marketing pubblicati da Wyzowl1, la percentuale di interesse delle aziende per la produzione di video è salita dal 61%, nel 2016, all’85% nel 2020.

Gli spot pubblicitari, i Motion Graphics, o i video corporate sono sempre più diffusi e popolari, soprattutto sulle piattaforme di streaming come Youtube, Vimeo, Twitch, Facebook Watch, etc.

Qual è, dunque, il valore aggiunto di un video di Creeo Studio? 

Il nostro essere Alleati digitali in ascolto: prima di prendere in mano la cinepresa, ci prendiamo tutto il tempo per ascoltare le tue esigenze, per trovare i punti di forza della tua azienda e per capire come amplificarli. Perché vogliamo conoscere a fondo i soggetti del racconto e, solo poi, decidere come raccontarli al meglio.

Cosa differenzia un video corporate dal video marketing?

  • Il video marketing mira a fare pubblicità a prodotti o servizi nel dettaglio.
  • Il video corporate, o aziendale, è un prodotto comunicativo che ha l’obiettivo di promuovere la tua azienda e diffondere i valori unici che la contraddistinguono. Racconta l’immagine, la vision, la mission del tuo business. E ancora, approfondisce lo stile manageriale, il modo e le persone con cui ti relazioni e che contribuiscono a costruire la tua realtà imprenditoriale.

In Creeo Studio è attraverso l’emozione che riusciamo a raccontare tutto questo: diamo forma ai tuoi valori e ai tuoi desideri li mettiamo in gioco per portarli oltre lo standard e connotarli con la tua identità.

Da dove partire

 

Ciascun prodotto video è unico nel suo genere. È utile approfondire le fasi e gli aspetti imprescindibili che compongono il processo di videomaking.

Innanzitutto, un video corporate, come ogni altra realizzazione audiovisiva, inizia dalla fase creativa che serve per delineare i contenuti del messaggio e il suo storytelling. Noi partiamo sempre da un sopralluogo in azienda. Perché dalla visita nascono numerose idee e proposte che ci permettono di costruire il primo moodboard: una tela di suggestioni grafiche utili a farti capire quello che ci piacerebbe andare a costruire insieme. Perciò, mai sottovalutare l’importanza di mostrare i luoghi reali nel tuo video corporate. In risposta ai processi imperanti di internazionalizzazione e digitalizzazione, riuscire a farti conoscere, a far vedere chi sei e dove sei, non è assolutamente una banalità.

Quale linguaggio è meglio utilizzare? Dipende. Per esempio, nel video che abbiamo realizzato per celebrare i 40 anni del Gruppo Cama2 abbiamo proposto l’uso di tre linguaggi diversi: la grafica-bidimensionale (con inserti di vecchie foto, dattiloscritti, scansioni etc.) per raccontare il passato, le riprese sul set per il presente e la grafica 3d per raccontare il futuro che, per sua natura, non può che essere ancora tutto da costruire. In particolare, l’uso della grafica 3d è specialmente adatto nei video corporate per ricreare ambienti innovativi o per mostrare servizi, che, per loro natura, sono intangibili.

Quando poi, insieme al cliente, siamo convinti della direzione da prendere, si procede con lo storyboard. Quest’ultimo è un bozzetto che mostra, inquadratura per inquadratura, la composizione delle scene e dei dialoghi che si succederanno a prodotto finito. Da questo momento in avanti, cominciamo ad affrontare i cosiddetti tre pilastri del cinema.

Ciak, si gira!

 

Come si affronta nel dettaglio le realizzazione di un video corporate? Ci risponde Nicola Rota, regista, produttore video e alleato digitale di Creeo Studio da tanti anni.

Le fasi sono le stesse della tradizione cinematografica. Vediamole, una per una, in dettaglio:

  1. Pre-produzione. Questa è la fase della scelta. Si prendono decisioni in merito a tutto ciò che è stato disegnato nello storyboard. È esattamente come fare un vero e proprio film. Quindi cerchiamo gli attori (magari gli stessi titolari o dipendenti dell’azienda), raccogliamo gli oggetti di scena, pensiamo a doppiaggio, voice over, location, scenografie, costumi, luci, etc. Proviamo a pensare a tutto e a risolvere gli inevitabili imprevisti: serve un carrello da hostess? Siamo disposti ad arrivare in Polonia per acquistarlo in un mercatino dell’usato! A volte, si rivalutano anche le tecniche che si erano immaginate e previste in fase creativa. Per esempio, può succedere che all’inizio si vuole girare tutto “in bianco” e poi optiamo per il nero perché ritenuto più teatrale.
  2. Produzione. È la fase delle riprese effettive che si gestiscono e si dirigono per mezzo del Piano di produzione, che varia a seconda delle esigenze e di quanto è sofisticato il prodotto commissionato. È un lungo processo che ha bisogno di grande attenzione e cura. Per esempio, per il video di lancio del videocitofono connesso BTicino, intitolato “La dura giornata dell’Agente BT”, avevamo previsto tre interi giorni di riprese sul set con relativa produzione tecnica. È stato, quindi, indispensabile verificare il rispetto costante dei tempi in ogni sequenza.
  3. Post-produzione. A fine riprese, inizia la fase dedicata al montaggio. Questa è la fase in cui il team di animatori e montatori, guidati dall’Art director e dal regista, lavora per ottenere e mettere a punto ciò che ha comunicato al cliente e tutto quello che si immagina di voler ottenere dal video. Questa è davvero una fase di immaginazione che opera su molti livelli e richiede tempo. Diverse volte abbiamo voluto aspettare, per non far vedere prematuramente al cliente un prodotto ancora non pronto per essere visto. Infatti, svelando troppo presto, si rischia di rovinare l’emozione e non far percepire la potenzialità che avrà il video finito. Del resto, quando si parla di video, non si devono dare ulteriori spiegazioni: il prodotto deve parlare da sé!

E ora? Prodotto finito, uguale cliente soddisfatto…No! Una volta che il video è pronto, inizia il lavoro che coinvolge tutte le risorse in Creeo Studio. Per ottenere dei risultati soddisfacenti, devi sapere come usare il tuo nuovo video in modo strategico all’interno della tua comunicazione. Nel caso del video dell’Agente BT, citato in precedenza, abbiamo sviluppato una campagna digital e di remarketing omnicanale.

Il video è uno strumento, non un fine. È un peccato e un errore lasciarlo in archivio e rispolverarlo solo per la partecipazione a fiere ed eventi. Vale, dunque, lo stesso discorso che abbiamo già affrontato parlando di come far funzionare il tuo e-commerce. Se costruisci il tuo negozio online, o realizzi un video corporate, senza sviluppare un piano strategico per gestirlo e utilizzarlo al meglio, i risultati saranno deludenti. Ricorda che quando decidi di fare un video metti in moto una macchina complessa e articolata che si occuperà del tuo progetto per diversi mesi. È quindi un investimento importante che richiede risorse. Inoltre, il video è un potente veicolo per farsi conoscere e fare rete con partner, aziende e istituzioni. È, in ultima analisi, anche una possibilità per vedersi in una maniera diversa, sotto altri punti di vista. Non a caso il cinema è un gioco di lenti e di specchi!

1600x600

La tua storia, il nostro racconto

 

Ogni business ha una storia unica da raccontare. Siamo circondati da trame di famiglia, persone uniche, self-made man e imprenditori che hanno avuto intuizioni folgoranti, diventate poi marchi di fama internazionale. Negli anni ‘70 Jacques Séguéla sosteneva che la soluzione fosse trasformare un brand in una star del cinema3. E se non avesse avuto tutti i torti?

La sfida oggi è far apparire un brand, solitamente distante e impersonale, come se fosse un personaggio di una storia a cui affezionarsi. Cercando una teoria di questa pratica, proseguiamo chiedendo a Nicola Rota: come si personifica un brand per raccontare la sua storia? Un brand è già composto da persone, bisogna solo ascoltare: il racconto non si inventa, si raccoglie e poi si mostra. Lo storytelling nei video funziona proprio perché racconta delle storie, dei conflitti, delle fragilità. Mostra l’umanità delle aziende.

 

Per fare tutto ciò, quali consigli daresti a un imprenditore che inizia un progetto di video corporate insieme a Creeo Studio?

  • Sii te stesso.  Racconta la tua passione, emozionati. Rispondi alle nostre domande lasciandoti andare e sii partecipe al 100% del processo. Questo è il segreto fondamentale dei video corporate: non c’è spazio per il tecnicismo, come nei video di prodotto. Qui sei tu, coinvolto in prima persona. Ti devi divertire, infatti premiamo Play! Se hai paura, la paura si aggira con la semplificazione: semplifichiamo i dialoghi e lo riportiamo come lo diresti tu, con le tue parole.
  • Riconosci il giusto valore alla professionalità. Un’idea la puoi sviluppare bene se hai le risorse adeguate per farlo. Un video è di certo un investimento costoso, ma necessario se si vogliono fare le cose bene e non raffazzonate. Infatti, nel cinema si è in tanti perché ognuno ha il suo ruolo, non c’è mai rischio di sovrapposizione. Per esempio, potresti trovare 12 persone sul set a riprendere lo stesso oggetto e ottenere 12 inquadrature molto diverse! Il video è, di fatto, un progetto molto complesso perché restituisce la complessità della realtà
  • Lasciati sorprendere. Scegliendo la squadra, scegli lo stile e il mood: sai che lavorando con quei professionisti, quel regista, quell’Art Director, otterrai un certo risultato con un determinato modo di vedere le cose. Nonostante questo, tutto poi è una scoperta continua, grazie alla magica combinazione di musica, illustrazione, riprese, 3d, grafica e molto altro, uniti insieme nello stesso linguaggio.  

In sintesi, i video corporate sono il ritratto della tua azienda e sono in grado di focalizzare l’attenzione dello spettatore sui valori che rendono il tuo brand unico al mondo. Per questo, in Creeo Studio seguiamo un processo meticoloso, passo per passo, che rende te protagonista della tua storia in un video-racconto emozionante e personale. Realizziamo video in grado di valorizzare al meglio i tratti distintivi del tuo business per fare branding, grazie ad una strategia integrata di base.

Fonti

1Wyzowl, Video Marketing Statistics 2021. Disponibile al link
2Cama Group, The first 40 years, 2021. Video disponibile al link
3J. Seguela, Hollywood lava più bianco, Lupetti (1985).